COS'È IL FESTIVAL DELLE ABILITÀ - Arte, Musica e Poesia

Il Festival delle Abilità – Arte, Musica e Poesia è una festa-festival, che si svolge nel Parco della Chiesa rossa in Via S. Domenico Savio a Milano, volta all’inclusione sociale attraverso la valorizzazione dei talenti e delle potenzialità delle persone con e senza disabilità. L’obiettivo è promuovere una cultura inclusiva che metta in risalto le capacità delle persone a prescindere dalla loro condizione umana. In un mondo in cui il rumore di fondo schiaccia il talento, in cui l’indifferenza cancella le vite, è fondamentale dare avvio a un processo di “messa in risalto” delle preziose abilità che risiedono in ciascuno di noi. Il talento è un faro da accendere per avvicinare persone, per suscitare la curiosità, per creare connessioni tra le migliori realtà del territorio. Una frammentazione che limita l’operatività di queste entità. Dal talento, dalle arti ripartirà un colloquio, un discorso, che da un sentire comune porti a un operare comune. 

L’arte nel suo significato più ampio comprende ogni attività umana, svolta singolarmente o collettivamente, che porta a forme di #creatività e di #esperienzartistica.

#Abilità innate o acquisite

#Arte è un linguaggio: la capacità di trasmettere emozioni e messaggi. Proprio per questo non esiste un unico linguaggio artistico.

L’arte parla la lingua della pluralità umana.

Questo il senso di #FdA raccontare l'#arte e le #abilità nella sua pluralità umana 🌱

Ideatori del FdA sono i giornalisti Simone Fanti fondatore, con Franco Bomprezzi e Alessandro Cannavo’ del blog InVisibili del Corriere.it, Francesco Caprini general manager di Divinazione Milano Rock targato Italia, Antonio Giuseppe Malafarina  poeta, giornalista di InVisibili e presidente onorario di Fondazione Mantovani Castorina Onlus, ente promotore del progetto  e Martina Gerosa disability & accessibility manager e collaboratrice indipendente della Fondazione Pio Istituto dei Sordi e del Centro Accaparlante. 

Il Festival delle Abilità 2020 è stato ripensato alla luce del vissuto comune appena trascorso che ci rende tutti vicini a una condizione di Disabilità Condivisa. Si tratterà di una manifestazione ibrida: disponibile in presenza e in live streaming dalla pagina fb.

Fruibilità massima per un pubblico con disabilità sensoriali uditive/ visive. 

Attraverso servizi di: 

  1. interpretariato LIS 
  2. sottotitolazione diretta streaming
  3. audiodescrizione.  

Quest’edizione intende anche valorizzare quei progetti che sono nati o proseguiti durante la quarantena dando vita a vere “opere d’arte”. 

Le azioni artistiche pensate per animare il FdA spazieranno tra la scultura, la pittura, la poesia, la musica, il teatro e le nuove tecnologie. In un gioco di sinergie performative intrecciate. Creando un moderno simposio, una jam session d’arte.

Quattro i livelli di azioni: Performance; Laboratori; Talk;  Dissemination Activities.

ENTE PROMOTORE

L’ente promotore del Festival delle Abilità è la Fondazione Mantovani Castorina Onlus (FMC) dedicata alle persone con gravi disabilità.

FMC è nata per la volontà di un gruppo di genitori di persone con disabilità gravi, insieme a medici e professionisti che hanno deciso di mettere in campo le loro esperienze, le loro competenze e le loro forze, con l’obiettivo di affrontare in modo nuovo la visione della disabilità grave, rendendo concreto l’incontro e il lavoro di tutti. Un vero cambiamento culturale, una vera rivoluzione nella cura e nel trattamento medico della disabilità. 

Obiettivo principale di Fondazione Mantovani Castorina è quello di portare questo nuovo approccio al mondo della disabilità anche oltre le porte degli ospedali, per aiutare nel concreto tante famiglie che affrontano la sfida della grave disabilità intellettiva e neuromotoria, immaginando in modo nuovo di affrontare il problema, per una vera inclusione.

Scopri di più:

 Fondazione Mantovani Castorina

ARTE, MUSICA, POESIA

Inclusione, Cultura, Accessibilità

Scroll Up